Menu

Satèn 2010

Franciacorta DOCG

Poi d’improvviso il sorso s’ingrossa e diventa spesso e rubicondo.Verde all’uscita, come tralci appena mozzati, ed altrettanto vivo.

Profilo

Solo le uve Chardonnay che raggiungono il perfetto equilibrio tra maturità e acidità, dopo almeno 30 mesi nel silenzio delle nostre cantine seicentesche, diventano Satén millesimato. Un Franciacorta elegante con una cifra stilistica di grande ricchezza e raffi natezza. Nel calice oro lucente, un perlage cremoso e fi tto che anticipa un sorso appagante e persistente. Il profi lo aromatico è intenso e avvolgente, con note di gelsomino e glicini, freschezza di gelsi bianchi e polpa di pesca, sfumature di vaniglia e pasta di mandorla. Il sorso è pieno e fragrante, con l’accordo tra ricchezza corposa e una vivace vena sapida, che rende persistente le armonie fresche e fl essuose delle sfumature di frutta secca.

Vitigni e vigneti

Il pinot nero, bizzarro ed etereo, con maestria diventa un prodotto di alta classe

Nei nostri vigneti nel Comune di Passirano, pede collina di Monterotondo e Fantecolo con esposizione Est – Sud/Est. Piane e ondulazioni interne del morenico, di media fertilita?, sciolto, con scheletro di media profondita?.

Approfondisci
Francesco Orini

Verde all’uscita, come tralci appena mozzati, ed altrettanto vivo

Ricchissima, mòtile e svelta la spuma del satèn, Perfettamente omogenea nelle palline di piccolo e piccolissimo calibro. Bianchissima, fiorente. Il perlage è finissimo, quasi riflessivo: ma tenace e irresoluto, coagulato in una corona millimetrica e splendente. Il naso è dolce di quella dolcezza misurata della frutta bianca e gialla, dai brividi di piccoli fiori bianchi, delle vaniglie e delle creme di pasticceria: ma non esente dalla freschezza delle foglie verdi, delle ombrose verzure dell’estate. Il piccolissimo ricordo degli sciroppi di canna da zucchero tendono il termine a lungo, librato. Seta purissima, seta gialla all’assaggio, in presa diretta sul palato fin dalla prima goccia: delicatamente salino, preda della seducente effervescenza, maliziosa e felice del primo istante. Poi d’improvviso il sorso s’ingrossa e diventa spesso e rubicondo, anche se mantiene una secchezza ed una riservatezza che sono i caratteri dell’eleganza. Verde all’uscita, come tralci appena mozzati, ed altrettanto vivo.

Stefano Caffarri

Caratteristiche tecniche

Vinificazione

In bianco in pressa pneumatica con separazione della I e II spremitura. Dopo 12 ore di decantazione a 13°C, inoculo di lieviti selezionati per la fermentazione parte in vasche di acciaio inox a temperatura controllata, e parte in barrique (40%). Malolattica e travaso precedono l’assemblaggio della Cuvée che a Marzo, aggiunto lo “sciroppo di tiraggio”, viene imbottigliata, tappata con il tappo a corona e coricata in catasta per la presa di spuma

Maturazione ed affinamento

Le bottiglie accatastate restano minimo 36 mesi nei locali delle nostre seicentesche cantine prima del “remuage”. Successivamente sboccate e dosate “Brut” ricevono il tappo a fungo e la gabbietta. Almeno tre mesi di affinamento ulteriore sono infine necessari prima di immettere questo Franciacorta sul mercato

Gradazione alcolica

12,5% vol.

Vitigni

100 % Chardonnay

Collocazione geografica delle uve

Nei nostri vigneti nel Comune di Passirano, pede collina di Monterotondo e Fantecolo con esposizione Est – Sud/Est

Tipologia terreno

Piane e ondulazioni interne del morenico, di media fertilità, sciolto, con scheletro di media profondità

Nome del vigneto

Larga cani, Mosnel, Camilì

Sistema di allevamento

Cordone speronato

Resa per ettaro

80 quintali di uva per ettaro = 52 ettolitri per ettaro

Vendemmia

Vendemmia manuale in casse dal 23 al 31 agosto 2010

Prodotto per la prima volta nel

1996

Imbottigliamento

0,75 (43.900) - 1,5lt (1.190) - 3lt (200)

Scarica la scheda tecnica

Annate

  1. 2012
  2. 2011
  3. 2010
  4. 2009
  5. 2008
  6. 2007
  7. 2006
  8. 2005
  9. 2004

Collezione Vini Franciacorta

Brut Rosé Pas Dosé Nature Ebb Parosé Qde